XII Commissione - Resoconto di mercoledý 5 luglio 2006


Pag. 72


Mercoledì 5 luglio 2006. - Presidenza del presidente Mimmo LUCÀ. - Interviene il Ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero.

La seduta comincia alle 9.10.

Seguito dell'audizione del Ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero, sulle linee programmatiche del suo dicastero.
(Seguito dello svolgimento, ai sensi dell'articolo 143, comma 2, del regolamento, e conclusione).

Mimmo LUCÀ, presidente, propone che la pubblicità dei lavori sia assicurata anche mediante impianti audiovisivi a circuito chiuso. Non essendovi obiezioni, così rimane stabilito.

Intervengono per formulare quesiti ed osservazioni i deputati Domenico DI VIRGILIO (FI), Salvatore MAZZARACCHIO (FI), Lucio BARANI (DC-PS), Massimo GARAVAGLIA (LNP), Elisabetta GARDINI (FI), Katia ZANOTTI (Ulivo), Francesco Paolo LUCCHESE (UDC), Mariella BOCCIARDO (FI), Daniela DIOGUARDI (RC-SE), Ugo LISI (AN), Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), Mariza BAFILE (Ulivo) e Roberto ULIVI (AN).

Mimmo LUCÀ, presidente, pur consapevole del leggero ritardo con cui la Commissione sta procedendo nei suoi lavori, propone che sia data comunque la possibilità


Pag. 73

al Ministro di fornire nella seduta odierna le precisazioni che gli sono state richieste. Sottopone comunque la questione alla valutazione della Commissione.

Domenico DI VIRGILIO (FI) ritiene che sarebbe meglio passare immediatamente all'esame del disegno di legge comunitaria, rinviando al termine la conclusione dell'audizione del Ministro.

Katia ZANOTTI (Ulivo) pensa si debba prima verificare l'effettiva disponibilità del Ministro ad attendere il termine dell'esame del disegno di legge comunitaria, anche perché non è dato prevedere quanto tempo potrà richiedere tale esame.

Il ministro Paolo FERRERO, non potendo garantire la propria presenza al termine dell'esame del prossimo punto all'ordine del giorno, chiede di poter intervenire subito, impegnandosi a svolgere un intervento di durata contenuta.

Mimmo LUCÀ, presidente, dopo aver svolto alcune considerazioni in ordine alle questioni sollevate dalla relazione del Ministro,ritiene si possa dare subito la parola al Ministro per la replica.

Il ministro Paolo FERRERO interviene in replica.

Mimmo LUCÀ, presidente, ringrazia il ministro per l'esauriente relazione svolta e dichiara conclusa l'audizione.

La seduta termina alle 11.25.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

SEDE CONSULTIVA

Mercoledì 5 luglio 2006. - Presidenza del presidente Mimmo LUCÀ. - Interviene il sottosegretario di Stato per la salute Giampaolo Patta.

La seduta comincia alle 11.25.

Legge comunitaria 2006.
C. 1042 Governo.
(Relazione alla XIV Commissione).
(Seguito dell'esame e conclusione - Relazione favorevole con osservazione).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in oggetto, rinviato nella seduta del 29 giugno 2006.

Mimmo LUCÀ, presidente, ricorda che lunedì 3 luglio, alle ore 13, è scaduto il termine per la presentazione di emendamenti al disegno di legge comunitaria. Avverte che sono stati presentati emendamenti (vedi allegato 1). Avverte altresì che il relatore ha presentato una proposta di relazione favorevole con osservazione (vedi allegato 2) e che una proposta di relazione alternativa è stata presentata dai deputati Di Virgilio, Gardini e Lucchese (vedi allegato 3). Invita quindi il relatore e il rappresentante del Governo ad esprimere il parere sugli emendamenti.

Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), relatore, invita i presentatori al ritiro di tutti gli emendamenti, vertendo essi su norme di dettaglio e questioni facilmente superabili. Aggiunge che, con riferimento all'articolo 7 del disegno di legge comunitaria, che peraltro si riferisce a materie su cui incide il decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223 (cosiddetto Bersani), egli intende farsi carico delle questioni sollevate dai colleghi nella seduta precedente e si dichiara pertanto disponibile a modificare la propria proposta di relazione, aggiungendo un esplicito riferimento alla necessità di evitare discriminazioni tra eredi della titolarità di farmacie ed eredi di partecipazioni in società titolari di farmacie.

Il sottosegretario Giampaolo PATTA concorda con il parere espresso dal relatore, precisando che il Governo, tenendo presenti gli effetti del citato decreto-legge, porrà attenzione all'esigenza di armonizzare


Pag. 74

la disciplina riferita rispettivamente agli eredi di titolari di farmacie e agli eredi di partecipazioni in società titolari di farmacie.

Francesco Paolo LUCCHESE (UDC) giudica positivamente la disponibilità del relatore a modificare la proposta di relazione nel senso indicato. Ritiene tuttavia che la formulazione prospettata dal relatore sia eccessivamente generica e lo invita a compiere uno sforzo per avvicinarla maggiormente alla proposta di relazione alternativa.

Domenico DI VIRGILIO (FI) si associa all'intervento del deputato Lucchese.

Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), relatore, dichiara di ritenere la sua proposta di relazione sufficientemente incisiva, ove riformulata come precedentemente indicato.

Mimmo LUCÀ, presidente, pone in votazione gli emendamenti al disegno di legge comunitaria. Constata l'assenza dei presentatori dell'emendamento 1.1. Si intende che vi abbiano rinunciato.

Karl ZELLER (Misto-Min.ling) ritira i suoi emendamenti 7.1, 7.2 e 7.3. Raccomanda quindi l'approvazione dell'emendamento 7.4, volto ad evitare che, in sede di definizione dei principi fondamentali in materia di tutela della salute, risulti eccessivamente compressa e praticamente obliterata la competenza legislativa delle Regioni, mediante la subordinazione della stessa alle evidenze scientifiche acquisite tramite istituti nazionali ed internazionali.

Elisabetta GARDINI (FI) dichiara, anche a nome del proprio gruppo, di non condividere l'emendamento 7.4, in quanto esso finirebbe per svincolare le scelte delle Regioni da ogni rapporto di rispondenza alle acquisizioni scientifiche, con possibili conseguenze negative in ordine sia alla lievitazione della spesa sia alla tutela della salute dei cittadini.

Il sottosegretario Giampaolo PATTA esprime parere contrario sull'emendamento 7.4.

Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), relatore, si associa al parere del sottosegretario Patta, non ritenendo la disposizione che l'emendamento si propone di sopprimere lesiva delle competenze regionali.

La Commissione respinge l'emendamento Zeller 7.4.

Katia ZANOTTI (Ulivo) ritira l'emendamento 9.2, di cui è firmataria.

Domenico DI VIRGILIO (FI) chiede, con riferimento ai contenuti dell'emendamento 9.3, se ci sia la disponibilità del relatore a inserire nell'osservazione contenuta nella proposta di relazione, un riferimento esplicito al termine di tre anni per la cessione, da parte degli eredi, della titolarità di farmacie ovvero della partecipazione in società titolari di farmacie.

Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), relatore, ritiene che la formulazione precedentemente proposta sia sufficientemente incisiva.

La Commissione respinge l'emendamento Moroni 9.3. Respinge quindi gli identici emendamenti Ulivi 9.1, Moroni 9.4 e Lucchese 9.5.

Mimmo LUCÀ, presidente, invita il relatore a formulare la proposta di relazione sul disegno di legge comunitaria. Avverte altresì che la proposta di relazione alternativa presentata dai deputati Di Virgilio, Gardini e Lucchese verrà posta in votazione solo ove respinta la proposta del relatore.

Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), relatore, formula una proposta di relazione favorevole con osservazione (vedi allegato 4).


Pag. 75

Roberto ULIVI (AN) dichiara che si asterrà sulla proposta del relatore, di cui pure apprezza gli sforzi, in quanto ritiene che si dovesse aggiungere nell'osservazione un esplicito riferimento al termine di tre anni per la cessione, da parte degli eredi, della titolarità di farmacie ovvero della partecipazione in società titolari di farmacie, rilevando peraltro come tale termine risulti nella pratica perfino troppo breve.

Domenico DI VIRGILIO (FI) si associa all'intervento del deputato Ulivi e dichiara di astenersi.

Francesco Paolo LUCCHESE (UDC) si associa a quanto detto dai colleghi che lo hanno preceduto.

Massimo GARAVAGLIA (LNP) dichiara di concordare a sua volta con le ragione esposte dal deputato Ulivi.

La Commissione approva quindi la proposta di relazione favorevole del relatore e nomina il deputato Giovanni Mario Salvino Burtone quale relatore presso la XIV Commissione.

Relazione sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea nel 2005.
Doc. LXXXVII, n. 1.
(Parere alla XIV Commissione).
(Seguito dell'esame e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in oggetto, rinviato nella seduta del 29 giugno 2006.

Giovanni Mario Salvino BURTONE (Ulivo), relatore, formula una proposta di parere favorevole.

La Commissione approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 10.45.

AUDIZIONI

Mercoledì 5 luglio 2006. - Presidenza del presidente Mimmo LUCÀ. - Interviene il ministro della salute Livia Turco.

La seduta comincia alle 14.10.

Seguito dell'audizione del Ministro della salute, sen. Livia Turco, sulle linee programmatiche del suo dicastero.
(Seguito dello svolgimento, ai sensi dell'articolo 143, comma 2, del regolamento, e rinvio).

Mimmo LUCÀ, presidente, propone che la pubblicità dei lavori sia assicurata anche mediante impianti audiovisivi a circuito chiuso. Non essendovi obiezioni, così rimane stabilito.

Intervengono per formulare quesiti ed osservazioni i deputati Francesco Paolo LUCCHESE (UDC), Giuseppe LUMIA (Ulivo), Rocco PIGNATARO (Pop-Udeur), Emanuele SANNA (Ulivo), Elisabetta GARDINI (FI) e Gino BUCCHINO (Ulivo).

Mimmo LUCÀ, presidente, essendo testé iniziata la seduta in Assemblea, rinvia, acquisita la disponibilità del Ministro, il seguito dell'audizione ad altra seduta.

La seduta termina alle 15.15.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.