IV Commissione - Mercoledý 28 marzo 2007


Pag. 80

ALLEGATO 1

Interrogazione 5-00570 Contento: sul trasferimento del 41o Reggimento Artiglieria «Cordenons».

TESTO DELLA RISPOSTA

L'interrogazione in discussione affronta, in generale, la questione del trasferimento del 41o Reggimento Artiglieria «Cordenons» di stanza a Casarsa della Delizia (Pordenone), presso la città di Sora.
In particolare, con l'atto viene chiesto «se non si ritenga di rivedere la decisione» sul predetto trasferimento e, allo stesso tempo, se vi sia l'intendimento di far verificare la possibilità di «trasferire il reparto in questione presso la Caserma che attualmente ospita il 5o Rigel di Casarsa».
Nel merito, si fa osservare, preliminarmente, che la questione sollevata con l'atto in discussione s'inquadra nel più ampio processo di ristrutturazione e snellimento dell'organizzazione militare, attraverso provvedimenti di soppressione, accorpamento e riorganizzazione delle strutture, già avviato da alcuni anni e tuttora in divenire, in attuazione di una serie di atti normativi, finalizzati a meglio modulare l'organizzazione militare alle nuove esigenze, adeguandola, nel contempo, alle riduzioni dei livelli organici (190.000 unità) stabilite, da ultimo, dalla legge 14 novembre 2000, n. 331.
Tale processo è volto ad ottimizzare tutte le componenti delle Forze armate, ossia quelle di vertice e delle aree operativa, della logistica di aderenza territoriale e della formazione.
In sostanza, si intende perseguire soluzioni volte ad ottenere un migliore rapporto costo/efficacia, attraverso la soppressione di strutture non più funzionali e non più rispondenti alle vigenti necessità, nonché la ridefinizione delle funzioni di Comandi/Enti ed il loro accorpamento, per quanto possibile, in chiave interforze e comunque di non sovrapponibilità funzionale e territoriale.
L'obiettivo finale, in sintesi, è quello di calibrare, per missioni probabili e sostenibili, uno strumento militare di ridotta entità, ma di più elevato profilo qualitativo in termini di capacità di proiezione, flessibilità e supporto logistico-amministrativo, ad un tempo pienamente integrabile ed interoperabile dal punto di vista interforze e multinazionale.
In particolare, si fa notare che la problematica in argomento si deve ricondurre all'attuazione di quanto prevede il progetto di riconfigurazione della componente Reconaissance Intelligence Sourveillance Target Acquisition Electronic Warfare (RISTA-EW) di Forza armata.
In tale ambito, il graduale trasferimento del 41o Reggimento «Cordenons» da Casarsa alla città di Sora risponde, tra l'altro, al criterio generale di realizzare, ove possibile, bacini di capacità operative geograficamente «raccolti» in termini di Unità e Comandi sovraordinati (Comando Brigata RISTA-EW, Centro RISTA-EW e 13o battaglione «Aquileia» con sede in Anzio) e, nel contempo, di ridimensionare l'attuale presenza delle Unità nel Nord Est del Paese a favore del sud. Area, quest'ultima, da cui, tra l'altro, proviene la maggior parte del personale volontario.


Pag. 81


In tale prospettiva, sono state poste in essere le azioni volte alla soppressione del 2o gruppo (Casarsa) nonché il trasferimento, in Sora, della batteria Sensori Aerei a corto raggio.
Tale provvedimento, già avviato dallo scorso 15 gennaio si concluderà entro la fine di quest'anno.
Per quanto riguarda, invece, le procedure per l'eventuale movimentazione del personale da reimpiegare, si assicura che, allo scopo di evitare, il più possibile, disagi al personale, si procederà all'accoglimento delle preferenze espresse dagli interessati e al loro reimpiego in altra sede, tenendo in massima considerazione le rispettive esigenze familiari e l'area geografica di possibile gradimento, oltre che il profilo professionale posseduto.
Si soggiunge, inoltre, che la presenza dell'Esercito Italiano in Casarsa della Delizia sarà, comunque, garantita dal 5o Reggimento AVES «Rigel», dislocato sul sedime dell'Aeroporto «Baracca».
Quanto, invece, alle problematiche operative ed addestrative evidenziate dagli Onorevoli interroganti, si precisa che il 41o Reggimento «Cordenons», in qualità di unità specialistica, ha il compito di fornire supporto operativo, nello specifico settore della sorveglianza del campo di battaglia, a tutti i Comandi/Unità operativi della Forza armata.
Il Reparto in parola, infatti, ha fornito i propri assetti in occasione del conseguimento del necessario livello addestrativo delle unità della Brigata «Friuli» e, nel corso dell'esercitazione «Thunder 2006», del 5o reggimento AVES «Rigel».
Per quanto concerne, invece, i presunti problemi connessi all'utilizzo delle frequenze si precisa che, in considerazione della nuova dislocazione dell'unità e tenuto conto delle adeguate potenzialità delle aree addestrative e dei poligoni viciniori, la Forza armata competente provvederà all'attivazione della procedura finalizzata proprio all'uso delle frequenze necessarie per l'attività addestrativa da svolgere in tali aree.
Si assicura, inoltre, che detta procedura non comporta alcun profilo di criticità né per quanto concerne l'ottenimento delle frequenze, né per quanto attiene il loro utilizzo.
In conclusione, nel caso in esame, la decisione assunta, ed in corso di realizzazione, è scaturita dall'approfondimento di tutti gli aspetti di carattere funzionale, sociale, economico, infrastrutturale, nonché di quelli connessi alla presenza militare e civile nelle aeree interessate, nell'ottica di contemperare al meglio le primarie esigenze delle Forze armate con gli interessi delle comunità locali coinvolte.


Pag. 82

ALLEGATO 2

Proposta di nomina del Generale ispettore capo Francesco Altomare a Presidente dell'Istituto nazionale di beneficenza «Vittorio Emanuele III» (Nomina n. 25).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La IV Commissione,
esaminata la proposta di nomina del Generale ispettore capo Francesco Altomare a Presidente dell'Istituto nazionale di beneficenza «Vittorio Emanuele III»;
preso atto dei chiarimenti del Governo in merito al ritardo con cui è stata trasmessa alle Camere la proposta di nomina;
esprime

PARERE FAVOREVOLE