XII Commissione - Mercoledý 16 gennaio 2008


Pag. 150

ALLEGATO 1

DL 248/2007: Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria (C. 3324 Governo).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La XII Commissione,
esaminato, per le parti competenza, il disegno di legge C. 3324 Governo, recante «Conversione in legge del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria»;
valutate positivamente le norme in esso contenute, ed in particolare quelle relative agli accordi con le strutture che erogano prestazioni sanitarie per conto del SSN, al meccanismo del pay-back per le aziende farmaceutiche, alla possibilità per il Ministero della salute e per l'AIFA di conoscere le dinamiche del mercato farmaceutico, alla prosecuzione delle attività di cura e di ricerca della Fondazione Istituto Mediterraneo di ematologia (IME), al personale medico del Ministero della salute, alla reversibilità della pensione in favore delle persone diversamente abili che svolgono una attività lavorativa con finalità terapeutica;
considerato che le norme previste contribuiscono agli obiettivi di finanza pubblica unitamente all'esigenza di consolidare le forme di tutela in favore dei cittadini e delle persone diversamente abili,
esprime

PARERE FAVOREVOLE.


Pag. 151

ALLEGATO 2

DL 248/2007: Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria (C. 3324 Governo).

PROPOSTA ALTERNATIVA DI PARERE

La XII Commissione,
esaminato, per le parti competenza, il disegno di legge C. 3324 Governo recante «Conversione in legge del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria»,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti condizioni:
a) all'articolo 9 si preveda la istituzione presso il CIPE di un «osservatorio» che ogni 6 mesi proceda alla rilevazione dei prezzi al pubblico dei medicinali senza obbligo di ricetta;
b) all'articolo 10 si ripristini l'entità del precedente finanziamento di 10 milioni di euro l'anno;
c) sia soppresso l'articolo 11.
Di Virgilio.


Pag. 152

ALLEGATO 3

DL 249/2007: Misure urgenti in materia di espulsioni e di allontanamenti per terrorismo e per motivi imperativi di pubblica sicurezza (C. 3325 Governo).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La XII Commissione,
esaminato, per le parti competenza, il disegno di legge C. 3325 Governo «Conversione in legge del decreto-legge 29 dicembre 2007, n. 249, recante misure urgenti in materia di espulsioni e di allontanamenti per terrorismo e per motivi imperativi di pubblica sicurezza»,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente osservazione:
valuti la Commissione di merito l'opportunità di inserire, all'articolo 4 comma 4, una disposizione al fine di prevedere che il Ministro dell'interno, tenuto conto della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo del 20 novembre 1989, ratificata dallo Stato italiano con la legge 27 maggio 1991, n. 176, al momento dell'allontanamento del minore concordi con il Paese destinatario del decreto di allontanamento un progetto individualizzato nei confronti del minore medesimo, in grado di intervenire socialmente sulle cause di disagio o di emarginazione che caratterizzano il suo stato anche familiare.


Pag. 153

ALLEGATO 4

Disposizioni per l'accesso alla psicoterapia (Testo unificato C. 439 Cancrini, C. 1856 Di Virgilio e C. 2486 Giulio Conti e Meloni).

ULTERIORI EMENDAMENTI DEL RELATORE

ART. 2.

Dopo il comma 3, inserire il seguente:
3-bis. La conferma diagnostica di cui al comma 2 è volta ad escludere l'origine internistica o neurologica del disturbo per il quale si richiede il trattamento psicoterapeutico.
2. 100. Il relatore.

All'articolo 2, comma 4, sostituire le parole da: o, quando la ASL fino alla fine del periodo con il seguente: «. Nel caso in cui tali presidi non possano provvedere direttamente a soddisfare le richieste, i medesimi si avvalgono di professionisti iscritti nell'elenco di cui all'articolo 3 o di strutture private accreditate.»
2. 50. (Nuova formulazione) Il relatore.