XIII Commissione - Resoconto di mercoledý 15 novembre 2006


Pag. 67


SEDE REFERENTE

Mercoledì 15 novembre 2006. - Presidenza del presidente Marco LION. - Interviene il sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, Giovanni Mongiello.

La seduta comincia alle 14.20.

Interventi nel settore agricolo.
C. 1746-undecies Governo.

(Esame e rinvio).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento.

Sandro BRANDOLINI (Ulivo), relatore, illustrando il provvedimento, osserva che il disegno di legge all'esame della Commissione reca alcune disposizioni che inizialmente erano contenute nel disegno di legge finanziaria. Tali disposizioni sono state stralciate per decisione del Presidente della Camera, in quanto non conformi alla disciplina sul contenuto proprio della legge finanziaria dettata dall'articolo 11 della legge n. 468 del 1978. A seguito dello stralcio, le disposizioni sono andate a costituire un autonomo disegno di legge.
Si tratta, in primo luogo, della previsione secondo cui il Governo è autorizzato a nominare un commissario straordinario per fronteggiare le emergenze in campo zootecnico.
In secondo luogo viene stabilito un finanziamento straordinario di un milione di euro per l'anno 2007 e 800.000 euro per l'anno 2008 per permettere l'organizzazione in Italia del Congresso mondiale dell'Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV). Si tratta di un appuntamento internazionale di grande rilievo, che viene a cadere proprio nel momento in cui, a livello comunitario, è in discussione una riforma complessiva dell'organizzazione comune di mercato del vino. La previsione di uno specifico stanziamento è, tra l'altro, resa urgente dai tempi ristretti per l'organizzazione dell'evento.
In terzo luogo viene previsto l'incremento di tre milioni di euro del contributo annuale a favore dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica. Tale finanziamento è necessario per l'assolvimento dei crescenti compiti dell'Istituto, anche connessi alle previsioni recate dal decreto legge n. 251 del 2006, che, peraltro, non è stato convertito in legge.


Pag. 68


Rileva che il disegno di legge all'esame della Commissione ha un contenuto piuttosto limitato ed eterogeneo, in quanto intende recuperare proposte di intervento che non hanno trovato collocazione nel disegno di legge finanziaria che attualmente la Camera dei deputati sta esaminando. Tuttavia, a suo parere, il provvedimento in oggetto può fornire l'occasione per la Commissione di disciplinare altre questioni di carattere specifico, oltre quelle considerate nelle disposizioni in esso contenute.

Il sottosegretario Giovanni MONGIELLO concorda con le considerazioni svolte dall'onorevole Brandolini nella propria relazione. Ribadisce che si tratta di un provvedimento costituito da disposizioni stralciate dal disegno di legge finanziaria, delle quali richiama brevemente i contenuti. Rileva in particolare che si tratta di disposizioni volte a superare situazioni di emergenza, come quelle presenti nel settore zootecnico, a causa dell'encefalopatia spongiforme bovina e della cosiddetta blue tongue, ovvero a garantire il rispetto di impegni internazionali, quali l'organizzazione in Italia del congresso mondiale dell'Organizzazione internazionale della vigna e del vino. Nel caso dell'incremento del contributo per l'istituto nazionale della fauna selvatica, precisa che, anche tenendo conto della mancata conversione del decreto-legge n. 251 del 2006, tali risorse sono destinate a far fronte agli adempimenti ordinari dell'istituto, in particolare a quelli derivanti dall'applicazione della cosiddetta direttiva «habitat». Osserva infine che l'esame parlamentare del disegno di legge potrà rappresentare un'utile occasione per definire anche altre questioni urgenti nel settore agricolo. Consegna infine alla Commissione una più dettagliata nota scritta (vedi allegato).

Teresio DELFINO (UDC) chiede che il presidente fornisca chiarimenti sulle modalità e i tempi di esame da parte della Commissione del disegno di legge in oggetto. In particolare rileva che il provvedimento ha un titolo molto ampio, che dovrebbe permettere di affrontare anche altri problemi urgenti per l'agricoltura italiana.

Bruno MELLANO (RosanelPugno) condivide le osservazioni dell'onorevole Delfino, rilevando che il provvedimento in esame può rappresentare un utile strumento per disciplinare problemi che non è stato possibile inserire nell'ambito del disegno di legge finanziaria. In proposito fa uno specifico riferimento alla possibilità di prevedere interventi in materia di gestione delle acque e di difesa del territorio. Pone inoltre la questione se il commissario straordinario per le emergenze zootecniche possa essere anche incaricato di seguire la crisi del settore aviario, riguardo alla quale, a suo avviso, manca un'adeguata consapevolezza dell'effettiva gravità.

Angelo Alberto ZUCCHI (Ulivo) ritiene che i contenuti del provvedimento in esame possano essere opportunamente integrati; al tempo stesso evidenzia l'esigenza di pervenire a una rapida definizione del testo e approvazione, in considerazione dell'urgenza di alcuni interventi, come il finanziamento del congresso mondiale dell'Organizzazione internazionale della vigna e del vino. Per questi motivi invita la Commissione a concentrare la propria attenzione su un numero limitato di questioni urgenti, sulle quali auspica che possa registrarsi un ampio consenso.

Marco LION, presidente, precisa che, secondo l'iter ordinario dei provvedimenti assegnati in sede referente, anche sul disegno di legge in esame verrà effettuata la discussione preliminare, alla quale farà seguito la definizione del testo degli articoli. In proposito rileva che, in relazione all'esigenza di individuare una adeguata copertura finanziaria per le disposizioni già contenute nel disegno di legge e per altre che eventualmente la Commissione intende inserire, sarà in ogni


Pag. 69

caso necessario tener conto del testo definitivo della legge finanziaria.
Nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 14.40.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI


L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 14.40 alle 14.50.