I Commissione - Resoconto di mercoledý 31 gennaio 2007


Pag. 18

COMITATO PERMANENTE PER I PARERI

Mercoledì 31 gennaio 2007. - Presidenza del presidente Riccardo MARONE.

La seduta comincia alle 9.15.

DL 297/06: Disposizioni urgenti per il recepimento delle direttive 2006/48/CE e 2006/49/CE in materia di accesso alle attività degli enti creditizi e di adeguatezza patrimoniale delle imprese di investimento, nonché in materia di assistenza a terra negli aeroporti, di istituzione dell'Agenzia nazionale per i giovani e di prelievo venatorio.
C. 2112-A Governo.
(Parere all'Assemblea).
(Esame emendamenti e conclusione - Parere).

Riccardo MARONE, presidente, sostituendo il relatore, fa presente che gli emendamenti contenuti nel fascicolo n. 2 non presentano profili problematici quanto al rispetto del riparto di competenze


Pag. 19

tra Stato e regioni e formula una proposta di nulla osta.

Nessun altro chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta del relatore.

La seduta termina alle 9.20.

COMITATO PERMANENTE PER I PARERI

Mercoledì 31 gennaio 2007. - Presidenza del presidente Riccardo MARONE.

La seduta comincia alle 14.15.

Modifica all'articolo 15 della legge 8 luglio 1998, n. 230, in materia di obiezione di coscienza.
Testo unificato C. 197 Zeller ed abb.
(Parere alla IV Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Francesco ADENTI (Pop-Udeur), relatore, illustra il contenuto del provvedimento in esame, osservando che esso tende ad eliminare o circoscrivere i limiti posti dai commi 6 e 7 dell'articolo 15 della legge 8 luglio 1998, n. 230, in materia di obiezione di coscienza, a coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile. In particolare, rileva che la disposizione di cui al comma 1, lettera a) dell'articolo unico del provvedimento, secondo cui non costituisce impedimento all'esercizio dell'obiezione di coscienza l'essere titolare di licenze o autorizzazioni relative ad armi e materiali esplodenti prive di attitudine a recare offesa alle persone ovvero non dotate di significativa capacità offensiva, è stata introdotta allo scopo di conformarsi all'interpretazione della legislazione vigente risultante dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 141 del 7 aprile 2006. Fa inoltre presente che la rinuncia allo status di obiettore, prevista dal testo unificato in esame, trova riscontro in due sentenze del Tribunale Amministrativo della Regione Marche (nn. 00842 e 00843 del 25 ottobre 2006), in forza delle quali anche un ex obiettore di coscienza può ottenere la revoca dello status di obiettore e svolgere professioni in cui sia previsto l' uso di armi o esplosivi a scopo di difesa o civile. Osserva inoltre che al comma 2 è previsto che l'individuazione di armi e materiali esplodenti privi di attitudine a recare offesa alle persone, ovvero non dotate di significativa capacità offensiva, sia demandata ad un decreto del Ministro dell'interno da adottare entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della legge, sentita la Commissione consultiva centrale per il controllo delle armi di cui all'articolo 6 della legge 18 aprile 1975, n. 110, e successive modificazioni. È peraltro previsto che, in attesa dell'entrata in vigore del suddetto decreto ministeriale, continui ad applicarsi la disciplina attualmente vigente in materia. Rileva infine che le disposizioni recate dal provvedimento appaiono riconducibili alla materia «difesa e Forze armate», che la lettera d) del secondo comma dell'articolo 117 della Costituzione riserva alla potestà legislativa esclusiva dello Stato. Propone pertanto l'espressione di un parere favorevole.

Nessun altro chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore (vedi allegato).

DL 297/06: Disposizioni urgenti per il recepimento delle direttive 2006/48/CE e 2006/49/CE in materia di accesso alle attività degli enti creditizi e di adeguatezza patrimoniale delle imprese di investimento, nonché in materia di assistenza a terra negli aeroporti, di istituzione dell'Agenzia nazionale per i giovani e di prelievo venatorio.
C. 2112-A Governo.
(Parere all'Assemblea).
(Esame emendamenti e conclusione - Parere).

Riccardo MARONE, presidente, sostituendo il relatore, fa presente che gli emendamenti 5.100, 6.300 e Dis 1.1 della Commissione non presentano profili problematici quanto al rispetto del riparto di


Pag. 20

competenze tra Stato e regioni e formula una proposta di nulla osta.

Nessun altro chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta del relatore.

La seduta termina alle 14.25.

INDAGINE CONOSCITIVA

Mercoledì 31 gennaio 2007. - Presidenza del presidente Luciano VIOLANTE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'interno Alessandro Pajno.

La seduta comincia alle 14.35.

Indagine conoscitiva in materia di scioglimento dei consigli comunali e provinciali per fenomeni di infiltrazione di tipo mafioso.

Audizione del dott. Giosuè Marino, Prefetto di Palermo.
(Svolgimento e conclusione).

Luciano VIOLANTE, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori della seduta odierna sarà assicurata, oltre che mediante l'attivazione dell'impianto audiovisivo a circuito chiuso, anche attraverso la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati. Introduce quindi l'audizione.

Giosuè MARINO, Prefetto di Palermo, svolge una relazione sui temi dell'indagine.

Intervengono quindi per formulare osservazioni e porre quesiti i deputati Riccardo MARONE (Ulivo), Gianpiero D'ALIA (UDC), Gioacchino ALFANO (FI) e Francesco Saverio ROMANO (UDC).

Giosuè MARINO, Prefetto di Palermo, risponde ai quesiti posti.

Intervengono per formulare ulteriori osservazioni e porre quesiti i deputati Luciano VIOLANTE, presidente, Francesco Saverio ROMANO (UDC), Gianpiero D'ALIA (UDC), Giuseppe FALLICA (FI) e Riccardo MARONE (Ulivo).

Giosuè MARINO, Prefetto di Palermo, risponde agli ulteriori quesiti posti.

Luciano VIOLANTE, presidente, ringrazia il dottor Giosuè Marino, Prefetto di Palermo, e dichiara conclusa l'audizione.

La seduta termina alle 16.10.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

COMITATO DEI NOVE

Mercoledì 31 gennaio 2007.

Istituzione della Commissione nazionale per la promozione e la tutela dei diritti umani e del garante dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale.
C. 626-1090-1441-2018-A/R.

Il Comitato si è riunito dalle 19.55 alle 20.25.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

ATTI DEL GOVERNO

Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri recante modifiche al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 luglio 2006, relativo alla ricognizione in via amministrativa delle strutture trasferite del Ministero delle infrastrutture e del Ministero dei trasporti.
Atto n. 63.