V Commissione - Resoconto di mercoledý 7 marzo 2007


Pag. 32


SEDE CONSULTIVA

Mercoledì 7 marzo 2007. - Presidenza del presidente Lino DUILIO. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Mario Lettieri.

La seduta comincia alle 9.10.

Modifiche al codice di procedura penale e al codice penale in materia di accertamenti tecnici idonei ad incidere sulla libertà personale.
Nuovo testo C. 782 e abb.
(Parere alla II Commissione).
(Esame e conclusione - Nulla osta).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento in oggetto.

Michele BORDO (Ulivo), relatore, ricorda che il testo in esame, elaborato dalla Commissione Giustizia, e risultante dall'abbinamento delle proposte di legge di iniziativa parlamentare AC 782 (assunto come testo base) e AC 809 e del progetto di legge del Governo AC 1967, apporta una serie di modifiche al codice di procedura penale e al codice penale in materia di accertamenti tecnici coattivi idonei ad incidere sulla libertà personale. A tale proposito, rileva che si introducono nel codice di procedura penale alcune nuove disposizioni finalizzate a garantire una più ampia tutela dei diritti delle persone sottoposte ad accertamento tecnico. Per quanto concerne la competenza della Commissione Bilancio, segnala che le disposizioni recate dal provvedimento non sembrano presentare profili problematici dal punto di vista finanziario. Al riguardo chiede di acquisire l'avviso del Governo.

Il sottosegretario Mario LETTIERI rileva che il provvedimento non appare presentare profili problematici di carattere finanziario.

Michele BORDO (Ulivo), relatore, propone, alla luce delle considerazioni del rappresentante del Governo, di esprimere un parere di nulla osta sul testo del provvedimento.

La Commissione approva la proposta di parere.


Pag. 33

Nuove norme in materia di utilizzo dei defibrillatori semiautomatici e automatici in ambiente extraospedaliero.
Testo unificato C. 780 e C. 1891.
(Parere alla XII Commissione).
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in oggetto, rinviato nella seduta del 21 febbraio scorso.

Salvatore IACOMINO (RC-SE), relatore, nel ricordare che nelle sedute precedenti aveva sollevato anche alcune obiezioni sul merito del provvedimento, ricorda pure, che, ovviamente prescindendo da tali valutazioni, erano stati rilevati numerosi profili problematici di carattere finanziario del provvedimento, che avevano indotto la Commissione a richiedere, su indicazione del Governo, la predisposizione della relazione tecnica.

Il sottosegretario Mario LETTIERI rileva che il Ministero della salute ha reso nota per le vie brevi la necessità di procedere a numerosi approfondimenti sul testo del provvedimento, soprattutto per quel che concerne l'individuazione della platea delle amministrazioni pubbliche interessate dall'attuazione dell'articolo 5 del provvedimento, che prefigura un obbligo per numerosi soggetti di dotarsi di apparecchi defibrillatori. Sull'articolo 7 sono stati invece forniti ulteriori elementi in ordine alla quantificazione degli oneri derivanti dalla detrazione fiscale sui quali è necessario procedere ad ulteriori approfondimenti, anche se ad una prima lettura essi sembrano risultare soddisfacenti.

Lino DUILIO, presidente, ricorda che l'avvio della discussione in Assemblea è previsto per lunedì prossimo e realisticamente la relazione tecnica non potrà essere predisposta in tempo utile. Ritiene pertanto che si potrebbe procedere a sottoporre alla Commissione di merito i profili problematici del provvedimento, in modo che possano essere apportate le necessarie modifiche.

Marino ZORZATO (FI) ricorda che il provvedimento è iscritto nel calendario dei lavori dell'Assemblea nella quota riservata ai provvedimenti proposti dai gruppi dell'opposizione. Ritiene pertanto che la Commissione, con la decisione di non esprimere un parere favorevole sul provvedimento, che, a suo giudizio, risulterebbe assolutamente fondato, stia compiendo una valutazione di merito dettata da ragioni politiche del tutto inappropriata.

Il sottosegretario Mario LETTIERI rileva in primo luogo che il Governo non è assolutamente contrario al merito del provvedimento. Osserva tuttavia che è necessario procedere ad un approfondimento della quantificazione degli oneri derivanti dal provvedimento, con particolare riferimento all'articolo 5.

Gaspare GIUDICE (FI) sottolinea che in casi analoghi, in precedenza, la Commissione aveva espresso un parere favorevole, subordinato all'inserimento nel testo di una clausola di salvaguardia volta a monitorare gli eventuali maggiori oneri derivanti dall'attuazione dei provvedimenti.

Lino DUILIO, presidente, ricorda che, oltre alla necessaria verifica degli oneri derivanti dall'articolo 5, risulta pure necessario procedere ad una verifica da parte del Ministero dell'economia della quantificazione degli oneri prospettata dal Ministero della salute per quanto concerne l'articolo 7. Ribadisce pertanto che, ove la Commissione concordi, provvederà a sottoporre alla Commissione di merito, con una lettera indirizzata al suo presidente, i profili problematici di natura finanziaria del provvedimento, affinché la Commissione di merito valuti le opportune modifiche da inserire nel testo.

La Commissione concorda.

La seduta termina alle 9.30.