Comitato per la legislazione - Resoconto di marted́ 24 aprile 2007

TESTO AGGIORNATO AL 9 MAGGIO 2007


Pag. 5


Martedì 24 aprile 2007. - Presidenza del presidente Gaspare GIUDICE. - Interviene il sottosegretario di Stato per la Salute, Serafino Zucchelli.

La seduta comincia alle 9.20.

ESAME AI SENSI DELL'ARTICOLO 96-BIS, COMMA 1, DEL REGOLAMENTO

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 20 marzo 2007, n. 23, recante disposizioni urgenti per il ripiano selettivo dei disavanzi pregressi nel settore sanitario.
C. 2534 Governo - approvato dal Senato.
(Parere alle Commissioni riunite V e XII).
(Esame e conclusione. Parere con osservazione).

Il Comitato inizia l'esame del disegno di legge in titolo.

Gaspare GIUDICE, presidente, desidera preliminarmente rivolgere un sentito ringraziamento al collega Franco Russo che ha presieduto con equilibrio e competenza i lavori del Comitato nel primo turno di presidenza.
Formula, altresì, i migliori auguri al vicepresidente Zaccaria, che subentrerà nelle funzioni di Presidente per il prossimo turno.

Salvatore RAITI, relatore, dopo aver ricordato il contenuto del provvedimento in esame, illustra la seguente proposta di parere:

«Il Comitato per la legislazione,
esaminato il disegno di legge n. 3534 e rilevato che:
esso reca un contenuto omogeneo, volto a disciplinare la materia della spesa sanitaria, con riguardo al ripiano dei disavanzi pregressi (articolo 1) ed alla copertura della spesa derivante dalla riduzione del ticket sulla ricetta per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale (articolo 1-bis);
incide su un ambito che, in tempi recenti, è gia stata oggetto di normazione da parte del legislatore, con la legge finanziaria per il 2007 (comma 796 dell'articolo 1 della legge n. 296 del 2006) e con l'articolo 6-quater del decreto legge n. 300 del 2006, introdotto dalla relativa legge di conversione n. 17 del 26 febbraio 2007;


Pag. 6


reca, al comma 2 dell'articolo 1, una disposizione in materia tributaria destinata a produrre effetti dal periodo d'imposta in corso e che, pertanto, è formulata conformemente al principio secondo cui le norme contenute nello Statuto del contribuente possono essere derogate solo espressamente (articolo 1 della legge n. 212 del 2000);
non è corredato della relazione sull'analisi tecnico-normativa (ATN);
non è corredato della relazione sull'analisi di impatto della regolamentazione (AIR);
alla luce dei parametri stabiliti dagli articoli 16-bis e 96-bis del Regolamento osserva quanto segue:
sotto il profilo dell'efficacia del testo per la semplificazione e il riordinamento della legislazione vigente:
all'articolo 1-bis, comma 1 - ove si ridetermina «la quota fissa sulla ricetta (...) fino al 31 dicembre 2007» - dovrebbe valutarsi l'opportunità di procedere ad un coordinamento con quanto disposto dal citato articolo 6-quater del decreto-legge n. 300, al fine di chiarire, in particolare, se possa considerarsi superata la disposizione di cui comma 1 dell'articolo 6-quater, che stabiliva un termine finale di applicazione della lettera p) del comma 796 della legge finanziaria per il 2007, in materia di ticket sanitario.».

Il Sottosegretario Serafino ZUCCHELLI, nel prendere atto delle indicazioni del relatore, segnala tuttavia come l'orientamento del Governo sia nel senso di confermare i contenuti del testo approvato dal Senato, al fine di dare risposta in tempi rapidi alle richieste provenienti dagli enti territoriali. Si riserva comunque di valutare la praticabilità di una modifica del provvedimento qualora nelle Commissioni di merito maturino condizioni politiche tali da rendere possibile un rapido ulteriore passaggio al Senato del decreto legge.

Franco RUSSO, nel formulare al Presidente i migliori auguri per l'espletamento del mandato, osserva che la posizione del Governo del tutto comprensibile non preclude comunque la possibilità di promuovere un apposito ordine del giorno che impegni l'Esecutivo, nella concreta attuazione della normativa, a dirimere l'apparente incoerenza normativa segnalata dal relatore.

Roberto ZACCARIA concorda con il collega Russo, rilevando come l'osservazione recata nella proposta di parere indica una incongruenza tra due disposizioni che, tuttavia, non incide sull'applicabilità concreta delle disposizioni contenute nel decreto e che può trovare soluzione proprio in sede di attuazione della norma contenuta nel decreto.

Gaspare GIUDICE, presidente, conclusivamente, ritiene che possa essere approvata la proposta del relatore, pur nella consapevolezza che esso avrà adeguato seguito solo ove maturino le condizioni per una più complessiva modifica del provvedimento che, secondo quanto si è appreso, potrebbe avvenire in relazione alle coperture finanziarie delle disposizioni ivi contenute.

Il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 9.30.