XIII Commissione - Resoconto di mercoledý 25 luglio 2007


Pag. 207

COMITATO RISTRETTO

Mercoledì 25 luglio 2007.

Agricoltura biologica.
C. 1629 Lion, C. 1695 Bellotti, C. 2545 Lombardi e C. 2604 Governo.

Il Comitato ristretto si è riunito dalle 9.15 alle 9.40 e dalle 9.55 alle 10.15.

AUDIZIONI

Mercoledì 25 luglio 2007. - Presidenza del vicepresidente Giuseppina SERVODIO, indi del presidente Marco LION. - Interviene il Ministro dello sviluppo economico, Pierluigi Bersani.

La seduta comincia alle 15.05.

Audizione del Ministro dello sviluppo economico, Pierluigi Bersani, sulle politiche del Ministero dello sviluppo economico rivolte a promuovere lo sviluppo delle bioenergie.

(Svolgimento, ai sensi dell'articolo 143, comma 2, del regolamento, e conclusione).


Pag. 208

Giuseppina SERVODIO, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori della seduta odierna sarà assicurata, oltre che attraverso impianti audiovisivi a circuito chiuso, anche mediante la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati.
Introduce quindi l'audizione.

Il Ministro Pierluigi BERSANI svolge un intervento sui temi oggetto dell'audizione.

Intervengono quindi per porre quesiti e formulare osservazioni i deputati Luca BELLOTTI (AN), Claudio FRANCI (Ulivo), Giuseppina SERVODIO (Ulivo), Giuseppe Francesco Maria MARINELLO (FI), Claudio MADERLONI (SDpSE), Filippo MISURACA (FI) e Leonardo MARTINELLO (UDC).

Il Ministro Pierluigi BERSANI, replicando ai quesiti e alle osservazioni, formula ulteriori precisazioni.

Marco LION, presidente, ringrazia il Ministro Bersani e dichiara conclusa l'audizione.

La seduta termina alle 16.35.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.

RISOLUZIONI

Mercoledì 25 luglio 2007. - Presidenza del presidente Marco LION. - Interviene il sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali Stefano Boco.

La seduta comincia alle 16.35.

7-00227 Lion: Possibilità di utilizzare i ribassi d'asta per il finanziamento delle opere irrigue nel Mezzogiorno.

7-00240 Servodio: Possibilità di utilizzare i ribassi d'asta per il finanziamento delle opere irrigue nel Mezzogiorno.
(Discussione congiunta e conclusione - Approvazione delle risoluzioni n. 7-00227 e n. 7-00240).

La Commissione inizia la discussione congiunta delle risoluzioni in titolo.

Marco LION, presidente, avverte che, vertendo le risoluzioni su identico argomento, la discussione si svolgerà congiuntamente.
Segnala che la risoluzione di cui è primo firmatario sollecita un intervento del Governo per permettere che i risparmi conseguiti per effetto dei ribassi d'asta nell'aggiudicazione delle opere comprese nel programma degli interventi nel settore idrico siano destinati al finanziamento della realizzazione delle opere situate nelle regioni meridionali. Richiama il fatto che la ripartizione delle risorse per il programma idrico ha penalizzato le regioni meridionali, con una riduzione del finanziamento nell'ordine di 100 milioni di euro. Per altro verso nelle gare di aggiudicazione delle opere si realizzano significativi risparmi di spesa. Ricorda al riguardo che gli assessori delle regioni meridionali, nell'audizione svolta di fronte alla Commissione nell'ambito dell'indagine conoscitiva relativa all'esame delle proposte di legge che prevedono l'istituzione di un'agenzia per le risorse idriche in agricoltura, hanno proposto di utilizzare i ribassi d'asta realizzati su tutto il territorio nazionale per finanziare opere idriche nel Mezzogiorno. Ritiene che, in attesa che possano essere individuate modalità permanenti di integrazione dei finanziamenti attribuiti alle regioni meridionali, l'iniziativa degli assessori regionali sia sicuramente un'iniziativa opportuna, che la risoluzione di cui è primo firmatario e


Pag. 209

quella presentata dalla collega Servodio, di contenuto analogo, intendono sostenere.

Giuseppina SERVODIO (Ulivo) condivide l'illustrazione dei contenuti delle risoluzioni effettuata dal presidente Lion. Ribadisce che si tratta di un intervento che è stato sollecitato dagli assessori delle regioni meridionali e che permetterebbe di recuperare risorse finanziarie importanti per la realizzazione delle opere irrigue nel Mezzogiorno. Sottolinea in proposito che sono presenti progetti cantierabili e chiede da parte del rappresentante del Governo conferma sull'effettiva disponibilità dei finanziamenti derivanti dai ribassi d'asta.

Filippo MISURACA (FI) dichiara di condividere il contenuto delle due risoluzioni in discussione, che ha sottoscritto, osservando che con questi atti di indirizzo la Commissione di nuovo interviene sulla questione fondamentale della realizzazione delle opere irrigue nel Mezzogiorno, che è già oggetto di esame con riferimento alle proposte di legge relative all'istituzione di un'agenzia per l'utilizzo delle risorse idriche in agricoltura. In proposito dichiara di stigmatizzare severamente il comportamento tenuto dal presidente dell'Associazione nazionale bonifiche, irrigazioni e miglioramenti fondiari (ANBI), Massimo Gargano. Ricorda che già l'intervento del dottor Gargano nell'audizione di fronte alla Commissione svoltasi nella seduta del 29 maggio era stato ripreso perché conteneva valutazioni di carattere esclusivamente politico, imputando alle proposte di legge la volontà di dividere il Paese. Fa presente che da ultimo, in occasione dell'assemblea nazionale dell'ANBI, alla quale, interrompendo una consuetudine ormai consolidata, non sono stati invitati i membri della Commissione agricoltura, il dottor Gargano ha espresso giudizi gravissimi, di tenore offensivo, nei confronti della Commissione. Ha parlato, infatti, di «agenzie-osservatori per costituirsi rendite e vitalizi» e di «inutile e costosa agenzia idrica» e ha affermato che «questo paese non può più permettersi il lusso, già praticato, che prevede, quanto non si vuole affrontare un problema, la costituzione di un osservatorio o ancora peggio, come in questo caso, di un'agenzia». Ritiene che tali affermazioni costituiscano un'offesa intollerabile nei confronti del lavoro che la Commissione sta svolgendo, che viene presentato con disprezzo, e, senza alcuna argomentazione nel merito delle questioni, viene esplicitamente accusato di perseguire in mala fede finalità distorte. Tali affermazioni risultano tanto più gravi, in quanto pronunciate in una sede pubblica, alla presenza del Ministro delle politiche agricole. Richiede pertanto al Presidente Lion, di manifestare a nome di tutta la Commissione, per scritto, al presidente dell'ANBI l'irritazione e lo sconcerto provocati dalle affermazioni che quest'ultimo ha pronunciate.

Marco LION, presidente, fa presente di aver già espresso direttamente al presidente dell'ANBI, proprio in occasione dell'assemblea dell'associazione, una netta critica dei toni adottati nel suo intervento. Si dichiara comunque disponibile ad inviare anche una lettera scritta.
Dichiara quindi conclusa la discussione congiunta sulle linee generali delle due risoluzioni in titolo.

Il sottosegretario Stefano BOCO consegna alla Commissione un'ampia nota scritta in merito alle risorse destinate al piano irriguo nazionale (vedi allegato 1). In particolare evidenzia che sussistono risorse disponibili per avviare le opere ricadenti nelle aree meridionali che risultano immediatamente cantierabili e che il Ministero ha già avviato con le regioni un confronto su tale problematica. Esprime pertanto il proprio assenso sulle due risoluzioni in discussione.

Leonardo MARTINELLO (UDC), Angelo Alberto ZUCCHI (Ulivo) e Giuseppe Francesco Maria MARINELLO (FI), intervenendo in sede di dichiarazione di voto sulla risoluzione 7-00227 Lion, dichiarano il voto favorevole del proprio gruppo e chiedono di sottoscriverla.


Pag. 210

La Commissione approva la risoluzione n. 7-00227 Lion.

Leonardo MARTINELLO (UDC) e Giuseppe Francesco Maria MARINELLO (FI), intervenendo in sede di dichiarazione di voto sulla risoluzione 7-00240 Servodio, dichiarano il voto favorevole del proprio gruppo e chiedono di sottoscriverla.

Marco LION, presidente, chiede di sottoscrivere la risoluzione 7-00240 Servodio e annuncia il voto favorevole del proprio gruppo.

La Commissione approva la risoluzione n. 7-00240 Servodio.

7-00233 Marinello: Danni all'agricoltura siciliana causati dal caldo torrido.
(Discussione e conclusione - Approvazione della risoluzione n. 7-00233).

La Commissione inizia la discussione della risoluzione in titolo.

Giuseppe Francesco Maria MARINELLO (FI) evidenzia che in tutta Italia, ma in particolare in Sicilia si sono registrate quest'anno temperature eccezionalmente alte. In Sicilia la situazione è resa ancora più difficile dal fatto che lo squilibrio climatico dura già da alcuni mesi. Gli effetti dell'anomalia del clima sono stati molto pesanti e non soltanto hanno interessato le produzioni, ma hanno anche causato danni alle infrastrutture. L'agricoltura, che è un comparto fondamentale per l'intera economia dell'isola, è risultata uno dei settori più pesantemente colpiti. Auspica pertanto che il Governo voglia accogliere l'atto di indirizzo in discussione, come segnale di attenzione nei confronti dei problemi di carattere straordinario che l'agricoltura siciliana si trova a fronteggiare. In proposito sottolinea che, secondo quanto gli è noto, la regione Sicilia ha già avviato le procedure previste per la dichiarazione dello stato di calamità e ha attivato le necessarie forme di collaborazione con il Ministero.

Il sottosegretario Stefano BOCO consegna alla Commissione una nota scritta in merito agli interventi del Fondo di solidarietà nazionale che potranno essere attivati (vedi allegato 2). Segnala peraltro che non risulta pervenuta al Ministero alcuna richiesta da parte della regione Sicilia. Osservando che tale richiesta è condizione preliminare per dare corso agli interventi, auspica che possa pervenire nel modo più sollecito.

Leonardo MARTINELLO (UDC) e Angelo Alberto ZUCCHI (Ulivo) dichiarano il voto favorevole dei rispettivi gruppi sulla risoluzione in titolo e chiedono di sottoscriverla.

Marco LION, presidente, chiede di sottoscrivere la risoluzione in titolo e preannuncia il voto favorevole del proprio gruppo.

La Commissione approva quindi la risoluzione in titolo.

La seduta termina alle 17.

COMITATO RISTRETTO

Mercoledì 25 luglio 2007.

Interventi nel settore agricolo.
C. 1746-undecies Governo.

Il Comitato ristretto si è riunito dalle 17 alle 17.15.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 17.15 alle 17.20.