XII Commissione - Resoconto di marted́ 31 luglio 2007


Pag. 130

SEDE CONSULTIVA

Martedì 31 luglio 2007. - Presidenza del presidente Mimmo LUCÀ. - Interviene il sottosegretario di Stato per la salute Serafino Zucchelli.

La seduta comincia alle 13.40.

Disposizioni per l'ammissione di soggetti fabici nelle Forze armate.
C. 2459 Sanna.
(Parere alla IV Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento in oggetto.

Emanuele SANNA (Ulivo), relatore, illustra l'unico articolo, composto di un solo comma, del provvedimento in titolo, nel testo risultante dall'emendamento approvato dalla IV Commissione. Tale norma è volta a risolvere la grave situazione in cui versano centinaia di soggetti fabici in servizio nelle Forze armate e nelle Forze di polizia e un numero ancora più elevato di soggetti fabici che partecipano ai concorsi per l'arruolamento. In proposito, ricorda che, in Italia, si calcola siano presenti circa 400 mila individui affetti da favismo, concentrati soprattutto in Sardegna (circa 300 mila), nel delta del Po e nelle regioni meridionali, mentre nel mondo il numero complessivo di fabici ammonterebbe a circa 400 milioni. Si tratta di una condizione genetica che non può in alcun modo essere considerata una malattia, ma che, per il Ministero della difesa, rappresenta un'imperfezione fisica tale da rendere i soggetti interessati inidonei al servizio militare. La norma in esame stabilisce pertanto che la carenza accertata, parziale o totale, dell'enzima G6PDH non può essere motivo di esclusione ai fini dell'arruolamento e dell'impiego operativo nelle Forze armate e nelle Forze di polizia. Ricorda infine che i soggetti fabici sono perfettamente sani e anzi, secondo studi recenti, risultano più longevi dei soggetti non fabici. Formula pertanto una proposta di parere favorevole.

Mimmo LUCÀ, presidente, comunica che il rappresentante del Governo ha segnalato l'esigenza di attendere la relazione


Pag. 131

della commissione tecnica istituita presso il Ministero della difesa, prima di concludere l'esame del provvedimento in titolo.

Emanuele SANNA (Ulivo), relatore, ritiene preferibile che la Commissione concluda l'esame del provvedimento in titolo nella seduta odierna, anche per consentire alla IV Commissione di conferire il mandato al relatore nella seduta già convocata per domani. Ricorda altresì che il Governo ha già espresso il proprio assenso al provvedimento in esame presso la IV Commissione e che la commissione tecnica cui ha fatto riferimento il sottosegretario Zucchelli, a quanto gli risulta, ha già redatto la propria relazione.

Il sottosegretario Serafino ZUCCHELLI precisa che gli uffici del Ministero della salute si sono rimessi alle valutazioni della commissione tecnica istituita presso il Ministero della difesa, la quale, in base alle informazioni in suo possesso, non si era ancora pronunciata. Peraltro, alla luce delle informazioni fornite dal relatore, non ha obiezioni a che la Commissione concluda l'esame in sede consultiva nella seduta odierna.

Domenico DI VIRGILIO (FI) annuncia, anche a nome del suo gruppo, voto favorevole sulla proposta di parere del relatore, rilevando che, mediante opportuni accorgimenti, potranno essere prevenuti i rischi connessi all'impiego di soggetti fabici nelle Forze armate e nelle Forze di polizia.

Giacomo BAIAMONTE (FI), associandosi alle considerazioni del collega Di Virgilio, ricorda che la problematica genetica in discorso è stata in parte risolta mediante il ricorso ad organismi geneticamente modificati (OGM).

Mimmo LUCÀ, presidente, ritiene che, se non vi sono obiezioni, la Commissione possa esprimere il previsto parere nella seduta odierna.

La Commissione concorda. Approva quindi la proposta di parere favorevole del relatore.

La seduta termina alle 13.50.

SEDE REFERENTE

Martedì 31 luglio 2007. - Presidenza del presidente Mimmo LUCÀ. - Interviene il sottosegretario di Stato per la salute Serafino Zucchelli.

La seduta comincia alle 13.50.

Disposizioni in materia di attività libero-professionale intramuraria e altre norme in materia sanitaria.
C. 2937 Governo, approvato dal Senato.
(Seguito dell'esame e conclusione).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 27 luglio 2007.

Mimmo LUCÀ, presidente, avverte che è pervenuto il parere favorevole con condizioni della VII Commissione.

Gero GRASSI (Ulivo), relatore, preso atto del parere espresso dalla VII Commissione, osserva che alcune delle considerazioni in esso contenute sono certamente valide, ma ritiene debba prevalere l'esigenza di giungere in tempi rapidi all'approvazione definitiva del provvedimento in titolo. Propone pertanto di non recepire le condizioni poste nel parere della VII Commissione.

La Commissione delibera di conferire il mandato al relatore di riferire in senso favorevole all'Assemblea sul provvedimento in esame. Delibera altresì di chiedere l'autorizzazione a riferire oralmente.

Mimmo LUCÀ, presidente, si riserva di designare i componenti del Comitato dei nove sulla base delle indicazioni dei gruppi.


Pag. 132

Sull'ordine dei lavori.

Domenico DI VIRGILIO (FI) chiede di sapere come maggioranza e Governo intendano procedere nell'esame del disegno di legge n. 2937, posto che non si sono realizzate le condizioni politiche per il trasferimento alla sede legislativa e che nella giornata odierna scade il termine per l'esercizio della cosiddetta libera professione intramuraria «allargata». Ribadisce quindi che i gruppi di opposizione non si opporrebbero all'approvazione del provvedimento, ove questo giungesse all'esame dell'Assemblea.

Mimmo LUCÀ, presidente, ricorda che, come ha fatto presente il collega Di Virgilio, non si sono realizzate le condizioni politiche per il trasferimento alla sede legislativa, dal momento che i gruppi di opposizione non hanno dato il loro assenso. Ricorda altresì che il provvedimento in titolo non risulta iscritto nel calendario dell'Assemblea per la settimana in corso. In proposito, fa presente di essersi adoperato, e di voler continuare ad adoperarsi, per ottenere l'inserimento del provvedimento nel calendario dell'Assemblea per questa settimana, ma al momento non è dato sapere se tale inserimento si renderà possibile. Analogamente, non è dato ancora sapere se il Governo si stia predisponendo ad emanare un decreto-legge in materia.

Il sottosegretario Serafino ZUCCHELLI fa presente che anche il Governo sta tentando di ottenere l'inserimento del provvedimento in titolo nel calendario dell'Assemblea per la settimana in corso. Ove ciò non fosse possibile, il Governo valuterà la possibilità di approvare un decreto-legge nel Consiglio dei ministri previsto per venerdì prossimo.

La seduta termina alle 14.10.